PRO Diagnosis
Food Tolerance Pistoia

PERCHÉ È UTILE INDAGARE IL GRADO DI TOLLERANZA AGLI ANTIGENI ALIMENTARI?

ESISTONO DISTURBI E SINTOMI CHE POSSONO AVERE CAUSE MOLTO DIVERSE FRA LORO. La maggior parte di questi sintomi sono segnali di allarme lanciati dal nostro intestino e RAPPRESENTANO L’ESPRESSIONE DI UN’ECCESSIVA REAZIONE CHE SI VERIFICA DOPO AVER CONSUMATO UN DATO ALIMENTO.

Oggi sono tantissime le persone, dai bambini agli adulti, che possono manifestare un’alterata tolleranza ad alcuni antigeni alimentari, il più delle volte inconsapevole:

  • INCIDENZA DI CIRCA IL 40% della popolazione.

LE NUOVE FRONTIERE TERAPEUTICHE NON SI LIMITANO ESCLUSIVAMENTE A CONSIGLIARE PRODOTTI PER CONTROLLARE IL SINTOMO, MA SONO ORIENTATE AD INDAGARE SULLE CAUSE CHE LO GENERANO.

CHE COSA SONO LE INTOLLERANZE ALIMENTARI?

Le intolleranze alimentari in senso stretto sono reazioni avverse al cibo e dipendono da una difficoltà dell’organismo a metabolizzare un dato alimento o un suo componente, non coinvolgono direttamente il sistema immunitario e hanno cause differenti tra le quali, per esempio, un deficit enzimatico.

IMPORTANTE: quella che viene comunemente definita intolleranza alimentare (per esempio alla carne di maiale, alla mela, al pomodoro, ecc.) è una reazione avversa al cibo IgG mediata. A differenza delle allergie, si tratta di un problema reversi- bile attraverso uno stile di vita equilibrato e responsabile che preveda innanzitutto una dieta funzionale e mirata, prima alla sospensione dell’alimento e poi alla sua reintegrazione. In questo tipo di reazione avversa la risposta dell’organismo è più lenta (da 1 a 36 ore) rispetto alle allergie alimentari (IgE mediate), le quali inducono una reazione pressoché immediata.

REAZIONI AVVERSE AGLI ALIMENTI
CAUSE DELL’ALTERAZIONE DELLA MUCOSA INTESTINALE

Quali sono le cause delle REAZIONI AVVERSE AGLI ALIMENTI IgG mediate?

LA PRINCIPALE CAUSA VA SICURAMENTE RICERCATA A LIVELLO DELL’APPARATO DIGERENTE, che rappresenta una porta d’ingresso per una vasta gamma di antigeni. La reazione avversa a questi antigeni sembra essere la DIRETTA CONSEGUENZA DI UNA DISBIOSI E DI UNA MUCOSA INTESTINALE CHE, PER SVARIATI MOTIVI, HA PERSO LA SUA INTEGRITÀ.

CAUSE DELL’ALTERAZIONE DELLA MUCOSA INTESTINALE

  • stress
  • errato stile alimentare e di vita
  • disbiosi intestinale
  • esposizione a tossine ambientali
  • stati infiammatori cronici
  • infezioni e impiego frequente di farmaci • scarsa o eccessiva attività fisica
  • mancato riposo notturno
  • fumo di sigaretta

QUALI SONO I SINTOMI DELLE REAZIONI AVVERSE AGLI ALIMENTI IgG MEDIATE?

Le reazioni avverse agli alimenti producono una serie di disagi sia intestinali che extra-intestinali

QUALI SONO I SINTOMI DELLE REAZIONI AVVERSE AGLI ALIMENTI IgG MEDIATE?

PRO Diagnosis FOOD TOLERANCE prevede tre tipi di analisi:

PRODIAGNOSIS FOOD TOLERANCE92

Test di analisi su 92 tipologie di alimenti, consigliato a coloro che seguono uno stile alimentare onnivoro.

Il panel di alimenti indagati è stato studiato e disegnato specificamente ed esclusivamente dai professionisti Prodeco Pharma.

Modalità di analisi: autoprelievo capillare.

Schermata 2022 01 18 alle 21.28.27

PRODIAGNOSIS FOOD TOLERANCEVEG

Test di analisi su 75 tipologie di alimenti, consigliato a coloro che non consumano carne e pesce. Gli alimenti sono stati scelti per soddisfare le esigenze di coloro che hanno intrapreso un percorso alimentare vegetariano/vegano testando alimenti tipici di una dieta veg.

Modalità di analisi: autoprelievo capillare.

Schermata 2022 01 18 alle 21.30.34

PRODIAGNOSIS FOOD TOLERANCE DISBIOSI

Questa tipologia di test è la più consigliata perchè, oltre all’analisi su 92 tipologie di alimenti, ricerca i fattori predisponenti la perdita di tolleranza alimentare, indagando lo stato della flora batterica intestinale. Nello specifico, rileva se essa si trovi in uno stato di disbiosi, cioè disequilibrio, distinguendo nel contempo se si tratta di disbiosi fermentativa o putrefattiva.

Modalità di analisi: autoprelievo capillare e raccolta delle urine.

Schermata 2022 01 18 alle 21.30.45

I RISULTATI:

  • RISULTATI CERTI E RIPRODUCIBILI CON L’ULTIMA INNOVATIVA TECNICA DIAGNOSTICA AD ELEVATA SPECIFICITÀ E SENSIBILITÀ (MICROARRAY)
  • VALUTAZIONE DEI RISULTATI DA PARTE DI UN MEDICO GASTROENTEROLOGO ESPERTO IN NUTRIZIONE con pluriennale esperienza nell’ambito delle intolleranze alimentari e dei disturbi gastrointestinali
  • oltre al referto del test, CONSIGLI CON PIANI ALIMENTARI SPECIFICI PER LA SOSPENSIONE E LA SUCCESSIVA REINTEGRAZIONE DEI SINGOLI ALIMENTI verso cui è emersa l’alterata tolleranza
  • indicazioni di PROTOCOLLI SALUTISTICI SPECIFICI, VALUTATI DAL MEDICO e mirati alla risoluzione dei sintomi e delle problematiche identificate
  • elevata qualità e professionalità di un SERVIZIO INTEGRATO e completo per ogni esigenza
  • PANEL DI 92 E 75 ALIMENTI STUDIATI E SELEZIONATI IN COLLABORAZIONE CON L’UNIVERSITÀ DI MODENA E REGGIO EMILIA, ESCLUSIVAMENTE REGISTRATI AL MINISTERO DA PRODECO PHARMA

COSA sono i TEST PRODIAGNOSIS FOOD TOLERANCE?

I TEST PRODIAGNOSI FOOD TOLERANCE mirano ad EFFETTUARE L’A- NALISI MEDIANTE SANGUE DA AUTOPRELIEVO CAPILLARE e indaga- no la PERDITA DI TOLLERANZA VERSO GLI ALIMENTI INDIVIDUAN- DO L’EVENTUALE PRESENZA NEL SIERO DI IMMUNOGLOBULINE IgG circolanti con l’INNOVATIVA TECNICA MICROARRAY.

2

L’EVOLUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA DEGLI ULTIMI ANNI HA PERMESSO DI METTERE A PUNTO TECNICHE D’INDAGINE SEMPRE PIÙ EVOLUTE, INNOVATIVE E RAFFINATE.

Il metodo diagnostico utilizzato per la rilevazione delle immunoglobuline IgG del TEST in questione, rappresenta l’evoluzione del tradizionale metodo E.L.I.S.A. (Enzime-Linked Immuno Sorbent Assay) e prende il nome di MICROARRAY:

  • Si basa sulla reazione di riconoscimento antigene-anticorpo attraverso un sistema di lettura computerizzato
  • Valuta l’intensità della perdita di tolleranza verso lo specifico alimento in scala percentuale con la PIÙ ELEVATA SENSIBILITÀ, ATTENDIBILITÀ E AFFIDABILITÀ DEL RISULTATO

    Opera su scala ridotta (micro), per questo consente un minor consumo di reagenti e di volume di campione ematico richiesto e, di conseguenza, anche un inferiore IMPATTO AMBIENTALE

     

Con PRODIAGNOSIS è possibile INDAGARE anche lo stato di DISBIOSI dell’INTESTINO con PRODIAGNOSIS FOOD TOLERANCE DISBIOSI

IL TEST PRODIAGNOSIS FOOD TOLERANCE disbiosi unisce all’analisi della perdita di tolleranza verso gli alimenti una seconda analisi, effettuata mediante la raccolta delle urine, per valutare la condizione della flora batterica intestinale.

L’indagine nello specifico mira ad evidenziare la presenza di disbiosi e distinguere se si tratta DI DISBIOSI FERMENTATIVA O PUTREFATTIVA, ATTRAVERSO L’UTILIZZO DI DUE MARKERS RISCONTRABILI NELLE URINE: INDACANO E SCATOLO.

Grazie all’analisi cromatografica, eseguita mediante HPLC con rilevatore a fluorescenza, è possibile rilevare la concentrazione di Indacano e Scatolo, anche in quantità molto ridotte.

I VALORI RISCONTRATI SONO ESPRESSI IN RELAZIONE ALLA QUANTITÀ URINARIA DI CREATININA. La creatinina è un prodotto di scarto del metabolismo della creatina 180 e, in condizioni di buono stato di salute, la sua produzione in- dividuale è pressoché costante. Rapportare i valori di Indacano e Scatolo al valore di Creatinina rilevato nelle urine permette di rendere il dato più attendibile e meno soggetto all’influenza di variabili soggettive come età, sesso, peso, ecc.

Schermata 2022 01 18 alle 21.50.17

Hai bisogno di un consiglio?

Vorresti sapere qualcosa di più su PRO Diagnosis?

Saremo felici di rispondere alle tue domande e trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze: