COME FUNZIONA IL SISTEMA IMMUNITARIO?

Il nostro sistema immunitario potrebbe essere visto come una società permanente di corpi cellulari specializzati nella difesa del nostro organismo dalle malattie, come una cerchia molto complessa e rigidamente strutturata per ruoli, che comunica attraverso “messaggi chimici” usando molecole dette citochine, basato su collaborazione e aiuto reciproco. Queste citochine, mediatori molecolari della risposta immunitaria, sono capaci di coordinare le diverse cellule del sistema immunitario per contrastare gli attacchi dei microrganismi. Senza di loro il corpo non sarebbe in grado di rispondere con efficacia a virus e batteri.

Questo sistema ha regole precise ed è in continua trasformazione perché il mondo muta costantemente e bisogna essere sempre pronti a cambiare con lui per poter rispondere alle insidie sempre diverse provenienti dall’esterno. Per questo è necessario sviluppare regole di difesa e di intervento, delle vere e proprie strategie, classificabili in due categorie capaci di dialogare fra loro, ma che si attivano in tempi molto diversi: 

  1. di natura aspecifica (o innata) 
  2. di natura specifica (o acquisita) 

La prima è la nostra forma di protezione più ancestrale, quella che entra subito in azione e serve a fare la valutazione di pericolo che abbiamo di fronte. Si avvale di cellule detective, i macrofagi, capaci di riconoscere alcuni “motivi ripetuti” sulla superficie dei microrganismi, grazie ai quali viene messo in allerta tutto il sistema immunitario, favorendo l’attivazione della difesa specifica. 

La seconda è costituita da tutte quelle forme di difesa indirizzate verso un bersaglio definito, un esercito specializzato che pianifica meticolosamente le sue azioni, capitanato dai linfociti B, produttori di anticorpi, e T, intelligence e coordinamento. 

 

Questo ci fa capire come siamo dotati di un perfetto ed efficientissimo sistema di difesa!!! Ma come possiamo fare ogni giorno per favorire il suo corretto funzionamento?

Ecco alcuni semplici accorgimenti importanti per sostenere il sistema immunitario: 

  • mantenere una dieta bilanciata, ricca di frutta, semi oleosi e cibi integrali 
  • svolgere un’adeguata attività motoria
  • limitare le fonti di stress, causa di oscillazioni nell’efficacia della risposta immunitaria
  • mantenere il microbiota intestinale in buone condizioni, assumendo prebiotici e probiotici

LE VITAMINE E MICRONUTRIENTI CHE SOSTENGONO LE DIFESE IMMUNITARIE

È possibile, quindi, favorire il buon funzionamento del sistema immunitario per metterlo in condizione di rispondere in modo efficace alle invasioni di patogeni esterni. Molti micronutrienti, infatti svolgono un’azione di sostegno alle difese immunitarie: 

Vitamina C o acido ascorbico. Antiossidante per antonomasia, contrasta i danni ossidativi dei radicali liberi e previene la formazione di metaboliti cancerogeni in tratto gastrointestinale durante la digestione. La troviamo in alimenti freschi quali: kiwi, agrumi, pomodori, peperoni ma data la sua estrema termolabilità e idrosolubilità per assumerla è necessario consumare alimenti naturalmente ricchi in vitamina C freschissimi e poco cotti! In alternativa è opportuno ricorrere a una corretta integrazione  quando la via alimentare non sia la sola strada percorribile.

Vitamina E o tocoferoli. Evitano danni a carico delle membrane cellulari. Si trovano nei semi oleosi quali nocciole, mandorle e pistacchi, olio extravergine d’oliva, frutti di bosco come mirtilli e fragole, anche se bisogna sempre ricordare come i trattamenti di trasformazione, conservazione e cottura possono intaccare il contenuto di vitamina E 

Vitamina A o retinolo e carotenoidi. Spiccata funzione dell’epitelio, protettiva soprattutto per la riparazione dei tessuti. La troviamo nella frutta e verdura gialla, arancione e rossa come: pomodori, carote, albicocche e frutti di bosco. Anche in questo caso la cottura la distrugge in gran parte! 

Vitamina D o colecalciferolo. Studi recenti dimostrano come abbia un ruolo nella regolazione della risposta immunitaria. Secondo una ricerca dell’Università di Copenaghen, infatti, ha una funzione fondamentale per l’attivazione del sistema immunitario poiché senza di essa i linfociti T non sarebbero in grado di opporsi efficacemente alle infezioni. Viene naturalmente prodotta dall’esposizione della pelle ai raggi solari, ma si può anche assumere con la dieta grazie al pesce azzurro e all’olio di fegato di merluzzo

Fibre alimentari. Macromolecole di origine vegetale o microbica che non vengono assimilate durante la digestione. Le troviamo nei cereali integrali come orzo e avena in particolare, nella verdura come carciofi e cavoli, nella frutta secca in guscio come noci, nocciole e mandorle e nella frutta essiccata. La formazione delle fibre solubili porta inoltre alla produzione di acidi grassi a catena corta, fra cui il butirrato, potente chemio protettivo contro il tumore al colon retto; interessanti sono i beta-glucani, non solo per la loro nota azione protettiva sul sistema cardiovascolare, ma anche per la loro spiccata attività immunostimolante su macrofagi e fagociti

immunobox per preparare il sistema immunitarioPossiamo concludere che, ad oggi, non abbiamo più scuse. Abbiamo tutte le armi in nostro possesso per difenderci da attacchi, anche invasivi, non solo conducendo il più possibile uno stile di vita sano ma avendo anche la possibilità di integrare, attraverso prodotti sicuri, efficaci, e certificati, quando il semplice stile di vita non ci sembra abbastanza! 

Ti aspettiamo in farmacia per un consiglio personalizzato! Non ti far cogliere impreparato! 

Dott.ssa Elisa Vaiani

Dott.ssa Elisa Vaiani

 

Dottore in farmacia 

Titolare della Farmacia